Negro Amaro N.

Sinonimi: Arbese, Jonico, Mangiaverde, Negroamaro, Nero leccese, Nigramaro, Niuru maru, Uva cane.

Principali caratteri ampelografici

Germoglio: apice del germoglio fortemente cotonoso, di colore bianco-giallognolo con sfumature rosso-vinose.

Foglia: grande e cuneiforme, spessa, finemente bollosa, con picciolo lungo e lobi più allungati nelle foglie basali. Il seno peziolare è ad U e la base delle nervature è rossa fino alla prima biforcazione.

Il profilo è piano, a bordi involuti. La pagina inferiore è setolosa sulle nervature e lanuginosa sul lembo.

Grappolo: medio-conico, semplice, tendente a  diventare compatto e serrato a maturità.

Acino: medio ed ellittico. Buccia pruinosa, spessa e consistente, di colore nero-violaceo, polpa succosa dolce a sapore neutro.

Fenologia

Le fase fenologiche del vitigno sono in genere medio-tardive diversificandosi  a seconda dell’areale di coltivazione e delle rispettive condizioni climatiche.

Esigenze pedoclimatiche

Predilige terreni calcareo-argillosi; è resistente alle gelate tardive e si adatta bene ai climi caldi ed aridi.

Esigenze pedoclimatiche

Predilige terreni calcareo-argillosi; è resistente alle gelate tardive e si adatta bene ai climi caldi ed aridi.

Fertilità reale 2,11 grappoli/germoglio Larghezza grappolo 14,5 cm
Produzione per ceppo 6-7 Kg N° acini per grappolo 175
Peso medio grappolo 196.8 g Peso dell’acino 1,6 g
Lunghezza grappolo 16 cm Peso del rachide 12 g

Caratteristiche chimiche del vino

Alcool: 11-14 vol. %

pH: 3,1-3,4

Acidità totale: 6-9 g/l

 

Annunci