Maresco B.

Principali caratteri ampelografici

Apice del germoglio: Apice verde-bianco con riflessi giallognoli, cotonoso. Asse del germoglio con leggere striature rosse nella parte dorsale. Parte ventrale verde con nodi leggermente rossi anche in corrispondenza delle perule. Foglioline apicali con pagina superiore verde-giallo, cotonosa, pagina  inferiore bianco-cotonosa.

Foglia adulta (rilievo effettuato ad inizio invaiatura): Foglia medio-grande, orbicolare o trilobata con evidenti depressioni sul lembo. Il seno peziolare è a forma di V stretta, a bordi leggermente sovrapposti e seni laterali poco evidenti. La pagina superiore è piuttosto bollosa con assenza di sfumature rosse, tipiche di diverse altre varietà locali. I denti, piccoli, sono convessi e rettilinei; il profilo della foglia è piano, a bordi involuti con superficie liscia e lucida.

Grappolo maturo: di grandezza media, conico, spargolo ed alato.

Acino: Acino di dimensioni medie, forma ellittica, con buccia lucida e spessa, dal caratteristico colore giallo intenso e polpa succosa e acida.

Fenologia ed esigenze pedoclimatiche

Presenta tutte le quattro fasi fenologiche in epoca media. La fertilità risulta media e costante lungo tutto il capo a frutto; il valore medio delle gemme basali (1,5) consente un’ampia scelta nell’adozione di forme di allevamento a potatura corta e/o mista. Il vitigno si presenta con media vigoria e produttività molto elevata e costante negli anni. La varietà presenta, anche con rese unitarie molto elevate, un buon accumulo di zuccheri abbinato ad una acidità elevatissima, caratteristica ricercata e poco frequente nei vitigni delle zone meridionali  caldo-aride.

Fertilità reale 1,4 grappoli/germoglio Larghezza grappolo 15,82 cm
Produzione per ceppo 6,16 Kg N° acini per grappolo 265
Peso medio grappolo  553 g Peso dell’acino 2 g
Lunghezza grappolo 21,53 cm Peso del rachide  28,84 g

Caratteristiche del vino

Il vino presenta una colorazione giallo paglierino ed una discreta intensità olfattiva caratterizzata soprattutto da note floreali (rosa, violetta) ed erbacee, mentre lievi ma molto piacevoli sono i sentori fruttati. La buona alcolicità e struttura sono accompagnate da persistenza gustativa ed equilibrio buoni, e da un’ottima acidità. In base a queste caratteristiche si presta sia all’uvaggio per incrementare l’acidità nei vini bianchi secchi che alla spumantizzazione in purezza.

Alcool: 12-13 % Vol.;

Acidità totale: 6,7 g/l;

pH: 3,3.

 

Annunci