Falanghina B.

Sinonimi: Fallanghina, Falanchina, Falernina, Uva Falerna.

Principali caratteri ampelografici

Apice del germoglio: espanso, cotonoso, peli diffusi in tutto il germoglio, di color verde chiaro con orlature carminate.

Foglia: cuneiforme, raramente orbicolare, grandezza media o piccola, trilobata e meno spesso pentalobata con seni laterali profondi, a lira chiusa con bordi sovrapposti, appena accennati i seni laterali inferiori; seno peziolare a lira o ad U; superficie del lembo ondulata; pagina superiore glabra, lanugginosa quella inferiore specialmente verso il margine fogliare; nervature verdi con striature rosse tanto nella pagina superiore quanto in quella inferiore, sporgenti quelle di I, II, III ordine; denti mediamente pronunciati, regolari, leggermente convessi e qualche volta retti da un lato e convessi dall’altro, a base larga; colore verde carico nella pagina superiore, grigiastro in quella inferiore.

Grappolo: lungo o medio (18-24 cm) di media grossezza, mediamente compatto, più spesso spargolo, cilindrico, qualche volta conico per la presenza di una corta ala, peduncolo corto e poco visibile, erbaceo tendente alla lignificazione verso l’attacco con il maturare dell’uva.

Acino: medio, sferoide, regolare, sezione trasversale circolare, ombelico persistente poco evidente, buccia pruinosa, di color grigio-giallastro distribuito regolarmente, spessa e consistente; succo incolore, giustamente acido, polpa appena croccante, di sapore neutro o quasi (leggero sapore di ginestra); pedicello piuttosto lungo e sottile, di colore verde, cercine poco evidente, verde; pennello corto e giallastro; separazione del pedicello dall’acino: appena difficile.

Fenologia ed esigenze pedoclimatiche

Germogliamento: precoce. Fioritura: precoce. Invaiatura: media.

Maturazione dell’uva: III epoca. Caduta delle foglie: tardiva.

Vigoria: nel territorio dei Campi Flegrei, costituito da terreni vulcanici, il vitigno qui considerato viene allevato alto e per la sua buona vigoria è necessario potarlo lungo.

Produzione: media e costante, allegagione buona.

Resistenza alle malattie: dimostra una certa resistenza alla peronospora ed all’oidio, mentre risulta un po’ sensibile al marciume.

Caratteristiche del vino

Il vino prodotto con uve Falanghina ha un colore bianco paglierino, con riflessi verdognoli, un profumo gradevole, fruttato, sapore asciutto, fresco, vellutato, leggermente acidulo ma sempre delicato e speciale: pur variando la natura dei terreni ed il clima i vini mantengono sempre le migliori qualità organolettiche. In Puglia si usa per le seguenti denominazioni: Daunia IGT – Murgia IGT – Puglia IGT – Salento IGT – Tarantino IGT – Valle d’Itria IGT.

Alcool: 12- 13,5 vol %

Acidità totale: 6,5- 9,5 g/l

pH: 3,1-3,5

Annunci