Caratterizzazione in laboratorio di ceppi di Saccharomyces cerevisiae candidati starter per la produzione di spumanti

 

I ceppi candidati come putativi starter per il processo di spumantizzazione sono stati selezionati dalla ceppoteca del laboratorio di microbiologia industriale dell’Università di Foggia. I ceppi provengono da una tesi di dottorato (Garofalo 2014) e sono stati caratterizzati a livello genetico mediante cluster analysis delle ‘sequenze interdelta’ così da poter selezionare un panel di ceppi rappresentativi della diversità microbica rilevato per la successiva fase di caratterizzazione tecnologica.

delta
Dendrogramma UPGMA ottenuto mediante cluster analysis delle regioni interdelta di ceppi di Saccharomyces cerevisiae isolati da fermentazioni spontanee di “Uva di Troia”

La fase di caratterizzazione tecnologica di laboratorio ha previsto diverse fasi, principalmente:

  • Tolleranza a diverse concentrazioni di etanolo, SO2 e pH 3,5 (condizioni di stress peculiari per lieviti da impiegare in rifermentazione).
  • Stress combinati (pH+ etanolo, pH+SO2, pH+etanolo+SO2).
  • Crescita in vino sintetico
  • Produzione di H2S
  • Fattore killer (killer/sensibile)
  • Flocculazione

Di seguito alcune immagini esemplificative di tale caratterizzazione:

Fenotipo killerkiller.jpg

Flocculazione in mosto d’uva

floc.jpg

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...