Agricole Alberto Longo Soc. Agr. arl

La Cantina Agricole Alberto Longo Soc. Agr. arl è situata a Lucera, in un’azienda agricola dell’Ottocento che Alberto Longo ha scelto come sede della sua azienda ed ha ristrutturato con l’obiettivo di produrre vini di qualità e offrire un’accoglienza qualificata e professionale.
Registri manoscritti conservati in azienda dimostrano che qui sorgeva l’antica cantina, attiva dal 1906 fino alla metà degli anni Sessanta, dei Cavalli, importante famiglia di Lucera. In quelle che un tempo erano utilizzate come fosse del grano, oggi sono custoditi impianti altamente tecnologici, in grado di controllare e di gestire ogni fase della produzione dalla vinificazione all’imbottigliamento. Suggestiva la barricaia, dove luce, temperatura e umidità controllate garantiscono al vino condizioni ottimali per l’affinamento.
All’esterno, l’incantevole panorama del castello di Lucera e i filari di Falanghina, Montepulciano, Bombino Bianco e Nero di Troia, che raccontano con rinnovato valore la storia di questi territori straordinari.
Una quercia del XIII secolo, catalogata fra gli alberi secolari dal WWF, domina la cantina e il vigneto con le sue fronde maestose.

Cantina di Ruvo di Puglia Soc. Coop. Agr.

È la condivisione il principio fondante della Cantina di Ruvo di Puglia, nata nel 1960 per merito di un gruppo di viticoltori che decidono di anteporre all’io il valore del Noi.
Essere e lavorare insieme per guardare più lontano. 1020 soci sommano la loro esperienza e usufruiscono di una cultura agraria ed enologica, di supporti e tecnologie di cui difficilmente un solo coltivatore potrebbe disporre. Risultato: un continuo miglioramento del raccolto e del prodotto finale.

veduta-di-castel-del-monte
Castel del Monte

Il terreno, la vigna, la coltivazione e la vendemmia: un duro lavoro che alla natura e alle sue incognite è legato. Ogni Socio, tutti i Soci, condividono esperienze e un antico sapere. L’uva conferita alla Cooperativa diventa vino e valore per ciascuno, proporzionalmente diviso.

La Puglia intera è una regione che “scende verso il mare”. Lo è in particolare il territorio di Castel del Monte, sempre assolato, ma mai tormentato da temperature torride e da totale assenza di vento.

Moscatello-b-24
Vigneto di Moscatello b
Bombino-nero-b-4
Vigneto di Bombino n

I vigneti sono asciugati e irrorati dalle brezze marine. Questo consente di limitare allo stretto indispensabile i trattamenti conservativi del frutto.

Tutto quello che si coltiva tra le Murge e la Conca di Bari, facendo perno su Ruvo di Puglia, è il frutto di una millenaria fatica. Oggi queste terre sono tra le più “ricche di futuro”: per i valori intrinseci che conservano, per il dono naturale che hanno ricevuto. Non è un caso che il vino che qui si produce è – finalmente – guardato con occhio nuovo, in Italia e nel mondo.

Scarica la brochure della Cantina di Ruvo di Puglia grifo-brochure-ita

I Vini della Cantina di Ruvo di Puglia sono su Youtube: VINI GRIFO

Cantina Cooperativa Madonna delle Grazie di Torricella

Cantina Cooperativa Madonna delle Grazie di Torricella

L’anno 1959 il giorno 29 del mese di Dicembre,  nasce presso la “sala parrocchiale” di Torricella, la “Cantina Cooperativa della Riforma Fondiaria – Società a Responsabilità Limitata”. Nasce per opera di un gruppo di contadini, che comprendendo come ormai l’unico aiuto per la viticoltura della nostra zona fosse l’associazionismo, dettero vita alla Cooperativa che, senza alcuna finalità speculativa, si proponeva:

  • la lavorazione delle uve dei soci;
  • la vendita in comune dei vini prodotti nella cantina sociale, la distribuzione del ricavo e l’assistenza ai soci.

In poco tempo la Cooperativa diventa punto di riferimento degli agricoltori di Torricella, tanto che nel 1969 si procede con la costruzione di un oleificio sociale per poter anche essere dì aiuto agli olivicoltori del nostro territorio.

Nell’anno 1969 la Cooperativa con delibera dell’assemblea dei soci del 23 febbraio la denominazione della società fu cambiata e diventò “Cantina Cooperativa Madonna delle Grazie di Torricella” – Soc.  Coop.  a r.l.

Con delibera dell’assemblea dei soci del 2004 il giorno 17 del mese di dicembre, in seguito alla nuova Riforma del Diritto Societario diventa “Cantina Cooperativa Madonna delle Grazie di Torricella” – Società Cooperativa Agricola – S.p.A.

Nel corso dei decenni la Cantina è diventata una realtà che conta circa 900 soci con una produzione media di 130.000 q.li di uva e di 15.000 q.li di olive di pregiata qualità, che ci consentono degli ottimi vini e dell’ottimo olio; primo fra tutti sicuramente il “PRIMITIVO”.

Vitigni:

Uve nere: Primitivo, Malvasia nera, Negramaro, Sangiovese, Merlot, Lambrusco, Montepulciano ed altri vitigni.

Uve bianche: Malvasia Bianca, Malvasia del Chianti, Malvasia di Candia, Garganega, Trebbiano.

Ettari  Vitati: Ha  1.000 circa di cui un gran parte ricadenti in comuni limitrofi.

Zona vitata:     

Le Etichette:    

Bottiglie: TERRAGGIO   PRIMITIVO  SALENTO  I.G.T.

                TERRAGGIO   NEGROAMARO   SALENTO I.G.T.

Pet: PRIMITIVO  SALENTO I.G.T.

         ROSATO SALENTO I.G.T.

         BIANCO VINO DA TAVOLA.

Ettari Olivetati: Ha  600  circa  con  diverse  varietà: ogliarole, celline, nociare, leccine, etc.

Zona olivetata:  

Le Etichette:       

Pet: OLIO  EXTRAVERGINE  DI  OLIVA

         OLIO VERGINE DI  OLIVA

Altre notizie: La Cooperativa, sempre attenta anche alle necessità dei consumatori ha esercitato la vendita al dettaglio presso gli stabilimenti vinicolo ed oleario e, dall’estate del  2006,  ha anche aperto un punto vendita a Torre Ovo in Via Delle Sirene, 96.

Centro di Ricerca, Sperimentazione e Formazione in Agricoltura “Basile Caramia”- CRSFA

Il Centro di Ricerca, Sperimentazione e Formazione in Agricoltura “Basile Caramia” è un’associazione senza scopo di lucro che persegue finalità di ricerca, sperimentazione, assistenza tecnica e formazione in agricoltura. Iscritto dal 2004 all’anagrafe nazionale delle ricerche del MIUR, è organizzato in 6 aree (Amministrazione, Formazione, Servizi, Ricerca e Sviluppo, Direzione e Coordinamento, Recupero e Conservazione del Germoplasma) e 18 settori.

Vanta un’esperienza ultradecennale nella selezione clonale e sanitaria della vite per l’omologazione e la produzione di cloni certificati, studio e caratterizzazione
dei vigneti autoctoni. Possiede competenze nella sperimentazione di tecniche di vinificazione innovative per lo sviluppo di nuove tipologie di vini, nuovi uvaggi, vini speciali (passiti e spumanti), e si avvale del laboratorio di analisi enologiche accreditato sia per la gestione della cantina che la certificazione della qualità dei vini e l’esportazione.

Il CRSFA è centro regionale di premoltiplicazione della vite (DGR 871 del 23/06/94) e componente del comitato vitivinicolo regionale. Costitutore di 34 cloni di vitigni ad uva da vino/tavola ed ha registrato 6 varietà minori autoctone pugliesi al registro nazionale delle varietà di vite. Svolge attività di recupero, studio, caratterizzazione del germoplasma di vite detenendo una collezione con oltre 2500 accessioni di 560 varietà. Conduce progetti di ricerca a livello locale, nazionale ed internazionale, in qualità di co-costitutore vanta diritti di proprietà intellettuale su 34 cloni di vite di interesse regionale iscritti al catalogo nazionale.

Seguici su Facebook: Centro di Ricerca, Sperimentazione e Formazione in Agricoltura “Basile Caramia”

L’Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari (ISPA) è una realtà di eccellenza,
riconosciuta a livello internazionale, che opera nel settore della ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico per il miglioramento della qualità e della sicurezza dei prodotti agroalimentari. L’Unità di Lecce dell’ISPA (Responsabile Dr. Giovanni Mita), svolge attività di ricerca nel settore delle biotecnologie per il miglioramento della qualità e sicurezza delle produzioni agroalimentari.

Il gruppo di ricerca dell’UOS di Lecce dell’ISPA ha una documentata esperienza decennale nella: selezione di starter enologici; utilizzo di inoculi vinari misti (lieviti/batteri); identificazione di microrganismi di interesse enologico; produzione di biomasse microbiche.

L’ISPA, nel progetto IProViSP in stretta collaborazione con l’Università di Foggia, svolge prevalentemente attività relative alla caratterizzazione e utilizzo di Risorse microbiche autoctone per la spumantizzazione. In particolare nella formulazione di starter per produzione di vino base e per la caratterizzazione di ceppi di lieviti di interesse enologico per la fase di rifermentazione, oltre che la conduzione di prove sperimentali su scala aziendale. Collabora inoltre alle attività della caratterizzazione e miglioramento delle tecniche di produzione delle materie prime,  messa a punto di protocolli di spumantizzazione per la produzione di nuovi vini spumante e definizione delle impronte digitali finalizzate al controllo qualità e alla tracciabilità.

L’Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari è su Facebook, segui gli aggiornamenti sulla Pagina Ispa-CNR.