Università di Foggia: Laboratorio di microbiologia industriale e presentazione del gruppo di lavoro

Le principali linee di ricerca del laboratorio di Microbiologia Industriale  del Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell’Ambiente riguardano la caratterizzazione colturale e molecolare di microrganismi isolati da prodotti agro-alimentari, in particolare vini e formaggi, che approcci molecolari per l’identificazione di patogeni in acque reflue depurate da utilizzarsi in agricoltura.

I principali aspetti seguiti all’interno delle suddette linee di ricerca sono così riassunti:

  • selezione di microrganismi protecnologici per la filiera enologica;
  • regolazione dell’espressione genica in condizioni di stress biotici e abiotici in microrganismi di interesse agro-alimentare;
  • degradazione di aminoacidi e produzione di ammine biogene da parte di batteri lattici;
  • rapida identificazione e caratterizzazione di batteri patogeni in acque reflue da destinarsi ad usi irrigui;
  • identificazione di geni e/o proteine carrier per eventuali applicazioni biotecnologiche;
  • biofortificazioni vitaminiche (es. riboflavina, cobalamina) in prodotti tradizionali ed innovativi;
  • prolungamento della shelf-life di prodotti agro alimentari (es. ortofrutticoli).

 

Il team di lavoro impegnato sul cluster IProViSP è diretto dal Prof. Giuseppe Spano, e comprende la Dott.ssa Anna Vernile (tecnico di laboratorio), il Dott. Luciano Beneduce (ricercatore). Accanto al personale strutturato, sono stati appositamente reclutati i Dottori di Ricerca Carmela Garofalo (Giovane Ricercatrice) e Leonardo Petruzzi.img_20161129_091502620

Sinagri Srl – Capofila

Sinagri S.r.l., Servizi Avanzati per la Sostenibilità e l’Innovazione nelle Aree Agricole e Rurali, Spin Off dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, svolge, tra le altre, attività di ricerca inerenti la disciplina estimativa in ambito rurale, urbano e ambientale, la diagnostica fitopatologica ed il risanamento vegetale da infezioni virali, l’analisi e la gestione del paesaggio rurale e delle costruzioni in ambito agricolo, il miglioramento genetico di specie vegetali quali l’olivo, la vite e i cereali, la tracciabilità e rintracciabilità delle principali filiere agroalimentari. Di particolare rilievo sono le attività sulla valutazione monetaria dei beni pubblici attraverso le tecniche delle preferenze sia rivelate (hedonic pricing method e travel cost method), sia espresse (contingent valuation method, choice experiment method), nonché di trasferimento dei benefici (benefit transfer). Tali tecniche hanno l’obiettivo di quantificare il valore monetario che la collettività attribuisce a tali beni non di mercato (ad esempio le risorse ambientali), in modo da rendere più trasparente, efficace, efficiente e finanziariamente sostenibile il complesso sistema di tutela e gestione di tali risorse. Dunque, al fine di correggere l’inefficienza del mercato, l’attività di ricerca dello Spin Off verte essenzialmente sullo studio di tutti quegli strumenti che possano supportare il decisore pubblico nella scelta tra le diverse strategie adottabili (norme di tipo comando e controllo, interventi di tipo finanziario, norme di certificazione volontaria della qualità, ecc.) sulla base dei principi dell’efficacia e dell’efficienza. In ambito fitopatologico Sinagri s.r.l. si occupa di fornire servizi inerenti la diagnostica di infezioni virali del materiale vegetale, sia con metodiche immunoenzimatiche che sofisticate applicazioni molecolari basate sulla ricerca di acidi nucleici virali. Parallelamente Sinagri, offre un servizio di risanamento del materiale vegetale da infezioni virali attuato con moderne tecniche di termoterapia e colture in vitro.
Per quanto riguarda i servizi offerti in ambito genetico, Sinagri, fornisce supporto nella realizzazione di incroci sperimentali in piante arboree ed erbacee, coltura in vitro di popolazioni derivate F1, analisi di paternità del materiale vegetale, identificazione varietale effettuata con analisi del DNA, tracciabilità e rintracciabilità delle principali filiere agroalimentari con metodiche molecolari.